VEGA

aprile 2021

Aprile è il mese del ritorno alla luce. Sirio, stella protagonista del periodo invernale, lascia il posto a Vega, l’astro più luminoso del cielo estivo.

Il nuovo numero prende spunto proprio da questo evento celeste e si propone di offrire una riflessione, più che mai attuale, sulla scienza e sulla tecnologia: non solo perché aprile è un mese di importanti ricorrenze (Gagarin è stato il primo cosmonauta a volare nello spazio, portando a termine con successo la propria missione il 12 aprile 1961 a bordo della Vostok 1), ma soprattutto perché parlare di scienza e tecnologia ci può insegnare ad affinare la nostra percezione della realtà e a compiere meno danni possibili. Lo stiamo constatando, ad esempio, nella situazione pandemica che ci vede tutti coinvolti, in cui una buona parte dell’opinione pubblica fa fatica a fidarsi di quello che gli esperti sostengono, finendo per dar vita a un movimento antitetico e negazionista del pensiero scientifico. D’altronde, luce e ombra convivono dall’alba dei tempi.

Desideriamo, quindi, valorizzare la luce della scienza e della tecnologia aprendo uno spazio di molteplici considerazioni: sui benefici e sui rischi che corriamo, sull’affidabilità dei nuovi strumenti digitali, sull’impatto ambientale, sul rapporto uomo/macchina…

La domanda, che sorge spontanea come l’astro Vega, è impellente: verso dove stiamo andando?

 

Lasciati illuminare,

buona lettura.

Lorenzo De Cesaris